logodefinitivoTavoladisegnoGrande

Dr. Antonio Trichini - Otorinolaringoiatra

Studio medico a Carpi - Bologna - Roma e Scordia (CT)

p.iva 04088870870

logoaicna.bmp
‚ÄčDr. Antonio Trichini Otorinolaringoiatra

Carpi (MO) : Studio Privato - via Don Primo Mazzolari, 5/A

Bologna: Poliambulatorio Dr. Oppici, via Andrea Costa, 160

Roma: Centro medico Petresca Group - via Po, 22

Scordia (CT): Studio privato - via Statuto, 162


facebook
youtube
instagram
whatsapp

Per maggiori informazioni, contattaci:

studiotrichini@gmail.com

cell. 3807578640


facebook
youtube
instagram

Dr. Antonio Trichini @ ALL RIGHT RESERVED

Ipertrofia Tonsillare

2.JPG

CENNI DI ANATOMIA E FISIOLOGIA TONSILLARE

 

Le tonsille palatine, le adenoidi e la tonsilla linguale sono organi appartenenti al sistema immunitario deputati alla produzione di anticorpi.

La massima attività tonsillare si ha dal 7° anno di età fino alla pubertà; oltre i 23 anni la tonsilla

palatina perde quasi completamente la sua funzione immunologica di protezione, oltretutto

compromessa dalle infiammazioni ricorrenti o croniche dell’orofaringe

 

Se le tonsille perdono le competenze di difesa la loro asportazione NON ha più controindicazioni di

tipo immunologico (non si hanno modificazioni del sistema immunitario); al contrario persistere

con la terapia antibiotica prolungata espone il bambino al rischio di antibiotico-resistenze difficili

da trattare.

 

 

ADENOTONSILLITE ACUTA

Origine (etiologia) batterica o virale, l’80% delle forme è VIRALE, quindi l’antibiotico non serve

se non a scopo profilattico e provoca solo antibiotico-resistenze come i batteri beta lattamasi

produttori.

Il batterio patogeno più comune è lo Streptococco Beta Emolitico di gruppo A con complicanze

quali febbre reumatica e glomerulonefrite.

 

ADENOTONSILLITI CRONICHE

Il protrarsi della tonsillite acuta oltre le 4 settimane porta alla patologia tonsillare cronica, con

complicanze talora anche gravi quali l’ascesso peri-intratonsillare ed il flemmone tonsillare con

pericolo di vita per il paziente se l’infezione si dissemina in circolo diventando sistemica.

 

Conseguenze meno gravi ma altrettanto fastidiose per il paziente sono:

“CASEUM” TONSILLARE e ALITOSI

Materiale di desquamazione e cibo accumulato nelle cripte tonsillari. Addirittura il caseum può evolvere in tonsilloliti (calcoli di caseum duro)

Nelle problematiche tonsillari che non rispondono alle terapie mediche, nell'ipertrofia tonsillare cronica, nelle tonsilliti criptiche con formazione di tonsilloliti e conseguente alitosi e nelle tonsilliti ricorrenti, oggi, è possibile intervenire con una tecnica chirurgica laser assistita:

La Laminectomia Tonsillare Superficiale

Laminectomia Tonsillare superficiale Laser e Criptolisi

IMG38972.JPG

 

L’intervento di laminectomia e di criptolisi con il Laser a doppio Diodo, è una nuova metodica che ha fortemente ridotto il numero di tonsillectomie con chirurgia tradizionale.

L'intervento, assolutamente indolore, è eseguito ambulatorialmente, in day surgery, in anestesia locale per contatto e infiltrazione, sotto costante controllo visivo o endoscopico.

Tramite dei manipoli da me ideati, il Laser riduce progressivamente di dimensione le tonsille eliminandone la porzione più superficiale, che è quella che reagisce alle infezioni e che è maggiormente responsabile della sintomatologia dolorosa.

Non vi è sanguinamento nè dolore dopo l'intervento e si effettua una eventuale ulteriore applicazione dopo 2 mesi

 

In più, nel caso di tonsilla criptica, con predisposizione alla formazione di Tonsilloliti, questa tecnica ci consente di "appianare" la superficie tonsillare evitando in futuro l'accumulo di residuo alimentare e le relative conseguenze

 

Con questa tecnica, nei casi idonei, può essere evitato l'intervento chirurgico classico. Secondo M.Jakobowicz (Parigi), nel 70 % dei casi idonei trattati, la terapia laser consente di guarire le tonsilliti recidivanti non focali.

Come creare un sito web con Flazio